Intervista a Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano nato a Napoli, 29 giugno 1925. Iniziamo con una domanda scomoda. Grillo la accusa di addormentarsi in continuazione. Come risponde a queste accuse? …Presidente? …Presidente?… Presidente???
Una curiosità è vero che quando le dicono “mandato”, la prima parola che le viene in mente è “affanculo”?
Le faccio dei nomi di esponenti del PD. Rosy Bindi, Matteo Renzi, Enrico Letta, Dario Franceschini…dimenticavo, dica stop quando sente un comunista…
Presidente, lei ha accettato di essere rieletto perché lo riteneva “un dovere verso lo stato.” Precisamente, quale?
Il giorno in cui è stato rieletto sono state distrutte le intercettazioni sulla trattativa stato mafia. Siamo a posto così o ha bisogno di essere rieletto altre tre o quattro volte?
Parliamo di storia. Lei è stato fascista fino al ‘44. Poi nel 2006 è diventato Presidente della Repubblica, come giustifica questi 62 anni di ripensamento?
Napolitano, lei è stato il primo presidente nella storia della Repubblica ad essere nominato per due mandati consecutivi. Le è mai venuto il dubbio di avere un po’ rotto il cazzo?
Lei ha avuto la fortuna di essere accanto a persone come Togliatti, Berlinguer, Paietta, Nilde Jotti. E’ proprio vero che sono i migliori ad andarsene per primi…
Presidente, è vero che quando il PD ha deciso di votare compatto Romano Prodi lei ha disdetto la ditta di traslochi?
Cosa del fatto che alla sua età può ottenere il mandato di Presidente della Repubblica per altri sette anni, ma se si presenta allo sportello di una banca qualsiasi non può accendere un mutuo quinquennale?

Per concludere, Presidente, come avrà potuto notare sono mancino e … Presidente! Dove va? Intendevo di mano … torni indietro, non scappi!

(BOZZA, BROSIO, BROSISKY, DELIRIO, DIOMEDE, GUADALUPI, LAPELOUSE, PORCU, RIVOLUZIONE NATURALE, SOLDINI TODARO, TROMBY, VINCI)


'Intervista a Giorgio Napolitano' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: