Kotiompleanni 22 febbraio

calendario

 

 

 

 

Jonathan Demme, (60 anni) regista, produttore cinematografico e sceneggiatore statunitense

Se gli togliessimo dalla sua vita il 1992 ed il 1993 di questo regista americano, figlio di una attrice e di un albergatore, non si ricorderebbe nemmeno sua moglie. Invece improvvisamente, senza dare nessun preavviso di talento, ecco che in due anni ci sforna prima “Il silenzio degli innocenti” (con cui vince l’Oscar) e poi “Philadelphia” (con cui fa vincere l’Oscar a Tom Hanks). Dopodiché torna alla mediocrità, riuscendo a farsi dimenticare facilmente. Se ha venduto l’anima al diavolo, probabilmente quest’ultimo deve essersi accorto di aver fatto un pessimo affare.

Maurizio De Angelis, (67 anni) cantautore, compositore e arrangiatore italiano

Alle nuove generazioni questo nome non dirà nulla, ma agli ultraquarantenni, in coppia col fratello Guido ha regalato emozioni inarrivabili. Quante volte abbiamo finto di fare a botte con le musiche dei film di Bud Spencer e Terence Hill? Quante volte abbiamo cantato a squarciagola OrzoweI? Quanto ci gasavamo quando partiva il giro di basso di Sandokan? Quante volte ci siamo interrogati sul criptico significato della strofa “il grande albero adesso canta”? i fratelli de angelis sono l’emblema del trash voluto, che hanno sempre affrontato con stile ed ironia, piegandosi a leggi commerciali, ma riuscendo, non si sa se volutamente, a non spezzarsi.

Antonio Razzi, (66 anni) politico italiano

Un uomo che ormai è lo zimbello di se stesso. Già il fatto di essere un politico italiano con la residenza in Svizzera la dice tutta su questo personaggio, famoso per aver cercato di comprare della dignità su ebay, salvo poi rinunciare all’acquisto nel momento in cui si è reso conto che tanto non l’avrebbe usata. Amico dei potenti e del proprio tornaconto, nel 2010 salva Berlusconi dalla caduta del governo, spostandosi assieme a Scilipoti nel gruppo dei responsabili. Da quel momento lecca il culo a Silvio come nemmeno Bondi in calore, arrivando anche a dire di essere di sua proprietà. E visto che non stava abbastanza sul cazzo agli italiani, eccolo che va a rompere i maroni anche ai coreani, diventando guarda caso amico di Kim Jong-un, ovviamente spinto dal nobile intento di riportare la pace tra le due Coree. O quantomeno di sfamare i cani del dittatore.

Niki Lauda, (65 anni) pilota automobilistico, imprenditore e dirigente sportivo austriaco

Potevamo celebrarlo come un grande pilota di formula uno, invece ci tocca ricordarlo come proprietario di una delle più sgangherate compagnie aeree della storia. Tre volte campione del mondo, rimane vittima di un terribile incidente in Germania che lo trasforma in uno dei più frequenti protagonisti di battute e barzellette politicamente scorrette. Una su tutte: Un coniglio ed un serpente, entrambi ciechi, sbattono l’uno contro l’altro mentre girano nel bosco. Il serpente dice: “Chi sei?” Il coniglio risponde: “Indovina?” Il serpente allunga la lingua e dice: “Orecchie grandi e pelose, denti sporgenti…sei un coniglio!” Il coniglio risponde: “Esatto adesso vediamo chi sei tu!”, allunga le zampe e dice: “Dunque…pelle squamosa, occhi infossati, senza orecchie…ma che cazzo ci fa niki lauda nel bosco??”

Julius Erving, (64 anni) ex cestista statunitense

Per tutti era doctor J, uno dei più grandi, ma con un solo anello al dito. Famoso per le sue schiacciate, Jordan ha detto di lui: “senza Doctor J non sarebbe mai esistito MJ”.  Erano i primi anni ’80 e l’NBA si affacciava timidamente in Italia sulle tv private tra un film porno e l’altro. E lui, nero e con i baffi, avrebbe tranquillamente potuto essere protagonista di uno di quei film, anche se alla fine, forse ci ha eccitato molto di più così.

Gianni Ippoliti, (64 anni) conduttore televisivo e attore italiano

Sempre in bilico tra genio e imbecillità, si ha la sensazione che ultimamente propenda più verso la seconda. Ha detto di sé: Non mi giudico né autore né conduttore; sono un personaggio di rottura, ho delle idee, vedo qualcosa, lo decodifico alla mia maniera, lo restituisco in video, ricomposto e riveduto”. resta il rimpianto che potesse essere davvero qualcosa di innovativo, ma che non sia stato capito. Da se stesso in primis.

Antonio Catania, (62 anni) attore e doppiatore italiano

Era uno dei comedian e questo basta e avanza a portargli rispetto per sempre, nonostante tutti i suoi sforzi per sputtanarsi con fiction insignificanti e film non proprio di qualità. Ma la sua barzelletta del coccodrillo Pasquale raccontata in Kamikazen rimane forse la cosa migliore della sua carriera.

Mago Forest, (53 anni) comico, showman e conduttore televisivo italiano

Comico naturale, è uno degli artisti più completi in circolazione in Italia. Lanciato da Arbore in Indietro Tutta, ha provato a buttare nel cesso quanto di buono fatto in carriera presentando prima Human Take Control (chiusa dopo una sola puntata) e poi l’ultima edizione di Zelig (che sarebbe stato meglio chiudere dopo la seconda). Ma non c’è riuscito. Speriamo non ci riprovi

Joaquín Cortés, (45 anni) ballerino spagnolo

Fondamentalmente bonazzo, è famoso solo per la capacità empatica di costringere le donne al frequente cambio della biancheria intima. Per il resto fa il ballerino di flamenco, cosa che ci fa sbadigliare anche solo a scriverla.

James Blunt, (40 anni) cantautore e ex militare inglese

Come un ex ufficiale dell’esercito inglese che ha studiato ingegneria Aerospaziale riesca a diventare un musicista, è un mistero che non siamo in grado di spiegare. Ma magari i suoi spacciatori sì. Dotato di una faccia da fesso invidiabile, continua a fidanzarsi con modelle strafighe, dimostrando che i sentimenti e la sensibilità hanno la loro importanza, ma che alla fine è il cazzo a comandare. Una curiosità. Finora ha fatto un album ogni 3 anni. L’ultimo è dell’anno scorso. Quindi per un po’ dovremmo stare tranquilli.

Drew Barrymore, (39 anni) attrice, produttrice cinematografica e regista statunitense

La tenera bambina di ET che a 9 anni beveva alcolici, a 10 fumava marjuana, a 12 sniffava coca e a 20 posava nuda per Playboy, adesso è una splendida quarantenne. E non ci interessa se adesso si cala ancora di brutto o no. Ci interessa sapere che fa un film all’anno, che ha avuto un figlio e che sta aspettando il secondo. Niente buonismo, niente moralismi. Solo la soddisfazione di sapere che non ci siamo persi per strada una discreta attrice ed una gran bella gnocca.


'Kotiompleanni 22 febbraio' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: