Ricotta di bufala

tarasso

 

 

C’era una volta un giovane con molta voglia di fare. Un giorno un anziano pastore gli regalò una ricotta. Allora il giovane, tutto contento, mise la ricottina in un cestello e disse:

“La porterò al mercato”.
“Cribbio che bella idea!”, commentò il pastore, “così potrai vendere la ricotta e con i soldi ricavati comprare una gallina che ti farà tante uova”.
“Sì!”, disse il giovane entusiasta”, Con i soldi ricavati comprerò una coniglia che mi farà tanti coniglietti… “poi li venderò e comprerò un maiale che ingrasserò bene. Lo venderò e comprerò una mucca che mi farà tanti vitellini e vendendoli guadagnerò molti soldi”.
“Mi consenta”, lo interruppe l’anziano pastore, “e poi cosa farà?”.
“Be’ con quei soldi metterò a posto la scuola del paese che cade a pezzi, così molti troveranno lavoro come muratori e quando la scuola sarà sistemata alcuni faranno i maestri e altri i bidelli e i nostri ragazzi potranno studiare e creeranno valore per il paese e nessuno dovrà più migrare e il paese diventerà un punto di riferimento per tutti i paesi vicini. E io allora mi comprerò una bella casetta con balconcino, così quando mi affaccerò, tutti mi saluteranno con un inchino: “Buongiorno Matteo”.

E il giovane si era talmente immedesimato nella parte che a quel punto si piegò facendo un bell’inchino. E fu in quel preciso istante, chinato al punto giusto, che l’anziano pastore riuscì finalmente a metterglielo nel culo.


'Ricotta di bufala' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: