C’è retro-attività nella pedofilia?

La pedofilia è un problema serio. Non parliamo di baby-prostitute e stronzi-puttanieri. Li tutti sanno cosa stanno facendo, più o meno consapevoli. Parliamo proprio di abusi e di leggi per tutelare i minori. E, per legge, diventa obbligatorio certificare che chi interagisce con i minori non abbia precedenti in materia, ma con alcune esclusioni interessanti. Ad esempio, la norma non si estende a boy scout e oratori, che è un po’ come dire che le certificazioni antimafia non sono obbligatorie se sei residente a Casal di Principe. Ma il problema più serio riguarda il rapporto tra pedofilia e retroattività. La CEI ha sottolineato che la norma non è chiara. Il provvedimento si estende anche alla retroattività oppure la retroattività è esclusa? Il quotidiano Repubblica espone così la situazione: “Certificato anti-pedofilia, il volontariato è escluso. Resta il giallo della retroattività”. Un giallo sì, perchè – passi per la faccenda del volontariato (se non ti obbligo, non sono colpevole), ma escludere dal reato la retro-attività, nel caso della pedofilia mi sembra davvero eccessivo.


'C’è retro-attività nella pedofilia?' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: