Kotiompleanni 18 aprile

Paolo Carta (50 anni) musicista e cantante italiano molto famoso per, per… perché è quello che si bomba dal 2006 la Pausini

Roberto Calderoli (58 anni) politico padano (lo so, la Padania non esiste; lui purtroppo sì). Nella sua lunga carriera ha attaccato rom, africani, italiani abitanti sotto il Po, gay, albanesi, suscitando la collera delle lesbiche esquimesi per non essere state tirate in ballo anche loro. È stato ministro per la Semplificazione Normativa; ancora aspetta che qualcuno gli spieghi di cosa si trattasse. Grazie a lui si deve il Porcellum, ma secondo tutti noi è merito purtroppo dell’accoppiamento dei suoi genitori. Nel febbraio 2009 Calderoli annuncia di aver soppresso 29.000 leggi; a quanto pare non perché fossero inutili ma perché invece di fare Incolla ha cliccato per errore Taglia.

Natasha Stefanenko, (43 anni) modella e attrice soprattutto di programmi di genere comico come “Scatafafascio”, “Ciro, il figlio di Target” e “Studio Aperto”. Di lei si ricordano i versi immortali “Non geli non scotti più mano!” declamati nel 1995 nello spot delle Caldaie Riello. Ha detto di lei il regista teatrale Luca Ronconi: “Incommensurabile pezzo di figa”.

Fabio Caressa, giornalista, commentatore televisivo molto famoso perché ha una relazione con una faccia nota in tutte le case italiane: Beppe Bergomi. Per colpa della sua frase “E adesso l’arbitro manda tutti a prendere un the caldo” molti calciatori sono stati sodomizzati dai loro colleghi mentre si inchinavano a raccogliere la bustina dello Squeezable Lipton caduta. Da giornalista eclettico qual è si è occupato di argomenti non solo sportivi, e infatti nel 2010 ha condotto “Buongiorno Afghanistan” e l’Afghanistan gli ha giustamente risposto “Buongiorno un cazzo”.

Simone Farina (32 anni) è stato un calciatore famoso ai più perché si è rifiutato di truccare una gara rimettendoci molti soldi facili. Per questo motivo ha dovuto smettere di giocare ed è andato ad allenare in Inghilterra. D’altra parte con quel suo gesto qui in Italia gli si erano chiuse le porte per giocare a calcio, per allenare e per diventare un politico

(Massimo Bozza)

 


'Kotiompleanni 18 aprile' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: