Mors tua vita mea

Buffon carica gli azzurri prima della partita: «Quando la posta è alta l’Italia c’è». Figuriamoci Buffon.

Molto apprezzati gli aforismi del Presidente dell’Uruguay. Ma non valgono quanto quelli del nostro ex Premier: «Allora, un po’ di figa qui?»

Scambio di SMS fra Renzi e Prandelli: «Se vincete vi do 80 euro».

Palloni gonfiati rotolano sul campo e vengono fatti scoppiare… no, aspettate, quello è Balotelli.

I tifosi italiani vorrebbero vedere il miglior Balotelli. Allora andate il sabato sera all’Hollywood.

(Qualcuno dica all’amico immaginario di Balotelli di smetterla di picchiarlo.)

Immobile sfoggia un controllo di palla degno d’un flipper. Quando fa tilt.

Gli azzurri appaiono timorosi in attacco. Neanche se la difesa dell’Uruguay fosse composta da esattori Equitalia.

Marchisio sull’espulsione: «Mi è andata di lusso, per un attimo ho pensato che l’arbitro mi spruzzasse lo spray sui capelli!».

A Chiellini è caduta la spallina, manco fosse Patsy Kensit.

Arrivano i dati statistici sul possesso palla: 55% Uruguay, 45% Medici a bordo campo.

L’Italia non ha segnato ma si è mossa bene. Consoliamoci, abbiamo un futuro nel dressage.

Nel secondo tempo un giocatore dell’Uruguay si è reso protagonista di un brutto gesto. Ha segnato.

Suarez si giustifica: «Chiellini mi sembrava cotto».

Suarez vs Balotelli

Lugano: «Italiani vigliacchi e provocatori». Suarez: «Però sono saporiti».

(Comunque il gesto di Suarez è comprensibile: in Inghilterra si mangia di merda.)

Ma adesso come funziona? Dopo il morso Chiellini è diventato uno di loro?

Ripensando alla partita di ieri sono giunto alla conclusione che non mi farei mai fare un pompino da Suarez.

Al triplice fischio Rocco Siffredi ha spaccato la Vagina di Pietra.

Speriamo che Rocco Siffredi abbia interrotto l’astinenza con la moglie dell’arbitro.

Prandelli: «Non siamo capaci di pensare al pareggio». Invece perdere ci viene naturale.

Il CT giustifica il cambio di Balotelli: «Avevo paura di rimanere in 10». Allora era meglio se cambiavi l’arbitro.

Nella voce dei telecronisti RAI tutto lo sconforto possibile: hanno chiuso con le fighe brasiliane.

Si è dimesso il CT della nazionale Cesare Prandelli. Con 180 minuti di ritardo.

Fuori Italia, Spagna e Portogallo. E ora ditemi che la Merkel non c’entra nulla.

Quando c’era Berlusconi l’Italia non perdeva, e se capitava, lui faceva una legge e passavamo il turno.

Comunque soltanto Bersani avrebbe potuto dare un senso a questa figuraccia: “Contro l’Uruguay abbiamo non vinto”.

Se dopo due partite non hai ancora capito qual è la squadra materasso, la squadra materasso sei tu.

 

Codice MORSE

 

[Autori: Mikus RBG, ElMorisco, EddyLoSveglio, LizzyTSdrumo, Handrebgoode, Implacabile Giulysua, Mangla, Naroma21, Mymmo, Marco camillieri, Riccardo Brosio, Pietro Diomede, EmmeZetaPi, Jackbass68, AvvocatoBrosisky, Baronda, GB_Durden, Tanuccio, L’Ideota, LVIX, Rostokkio, Frandiben, O_Re. Illustrazioni: Mangla; icona homepage: Paolo Tambellini]

ArsenaleK


'Mors tua vita mea' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: