Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio

Non è vero ma ci credo

Da quando ha paragonato l’ex Ministro Kyenge a un orango, il Leghista Calderoli è stato vittima di un’impressionante serie di incidenti: cadute, fratture, malattie e, per finire, l’incontro ravvicinato con un serpente nella cucina della sua abitazione. Coincidenze? Sfortuna? Marte in quadratura d’opposizione a Venere?
Nulla di tutto questo, cari creduloni superstiziosi, si tratta semplicemente di una Macumba.

Calderoli: «Dopo il macumba del papà della Kyenge mi è capitato di tutto». Ha cominciato a parlare in napoletano.

Parenti Serpenti

Calderoli uccide un serpente. Vabbè, finché s’ammazzano tra di loro…

Calderoli si è fatto fotografare con un serpente morto. Da vivo non voleva saperne.

(Dai primi accertamenti pare che il rettile sia morto di paura).

Calderoli uccide un serpente e pubblica la foto su Facebook. La rete protesta: «Povera bestia!» Ma lui rassicura tutti: «Sto bene».

keep-calm-and-sir-biss

Occhio e Malocchio

Calderoli sostiene di aver ricevuto il malocchio dal papà della Kyenge. Non oso immaginare la bambolina voodoo.

Il leghista è convinto che gli abbiano lanciato una maledizione. Forse ha offeso Odino.

La Kyenge ha invitato Calderoli a visitare l’Africa. Non hanno già abbastanza problemi?

Kyenge: «Vada nei posti della macumba, tornerà cambiato». Con la testa piccolissima.

Questa storia ha dell’incredibile: un leghista che crede alle fatture.

Ogni giorno ti svegli con la consapevolezza che devi sparare una cazzata su Twitter, poi senti Calderoli e ti rimetti a dormire.

Il padre di Cécile Kyenge risponde alle accuse di Calderoli: «Ha fatto innervosire gli antenati». Adesso sappiamo come si dice in congolese «Li mortacci tua».

Calderoli elenca le sue sofferenze e chiede al papà della Kyenge di ritirare la macumba indirizzata contro la sua persona. Quando basterebbe solo della Preparazione H.

«Papà della Kyenge ritiri la macumba contro di me», ha squittito Calderoli.

Uno stregone Bantu ha bollato le parole del politico bergamasco come esempio della tipica superstizione celtica.

– Calderoli, guardi che il suo è solo un effetto nocebo.
– Ecco, pure quello m’ha tirato il padre della Kyenge!

Ora il Senatore sta cercando un esorcista. Gli servirà per le riunioni del Direttivo della Lega.

Indovina chi viene a cena?

Ennesimo epsodio di omofobia. Stavolta è avvenuto in Puglia, la terra dove Checco Zalone aveva provato a sdoganare gli uominisessuali con la solita satira mordace del cazzo che lo contraddistingue.

In una pizzeria di Maruggio velate offese ai clienti gay: «Benvenuti a ‘sti frocioni».

Cameriere consegna uno scontrino offensivo a una comitiva gay. Il titolare si difende: «Inculo tutti i clienti senza distinzioni».

Uno scontrino offende clienti omosessuali. Preferivano il nero.

«Non abbiamo ordinato nessuna grattachecca».

lego

Licenziato il cameriere dello scontrino omofobo: «Ma come ti è venuto in mente DI FARE LO SCONTRINO?!».

Il cameriere si discolpa: «Ho solo scritto ricchioni invece di orecchiette».

Alle prossime elezioni sarà Capolista per Forza Italia.

 

[A cura di ArsenaleK – Autori: Atom Heart Mother, Afarfalle, Baronda, BeaN Cannabeanoide, DPascotto, ElMorisco, Fabrizio Gilli, Franceskino75, GionStravorto, Giulysua, LizzyTSdrumo, Lvix, Mymmo, Naroma21, Paolo De Santis, Pietro Diomede, Rostokkio, Tanuccio — Supervisione: Mangla – Illustrazioni: Baronda/Tanuccio/Mangla – Scenografie: Andre 21]

 

ArsenaleK


'Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: