Punto sul nero

Memento Mori

Agente USA spara a un diciottenne nero disarmato e non viene incriminato. Scrivete il vostro finale a Endemol Italia.

Ferguson, agente non incriminato. Pare che i ‘Negri’ disprezzino la propria salute e ne paghino le conseguenze.

Gli americani hanno molto da imparare da noi. I colpevoli si scagionano quando le acque si sono calmate: in Appello o in Cassazione.

Agente non incriminato per insufficienza di prove. Ma è più probabile che sia per eccesso di melanina.

Mancano prove sufficienti per il rinvio a giudizio. Non si trova il mestolo.

Resterà impunito il poliziotto che ha ucciso l’afroamericano Michael Brown. Aveva un cognome provocatorio.

Il Grand Jury non incrimina il poliziotto bianco: «Il negro non doveva scappare con un cuscino».

Il Ministro della Giustizia ha annunciato che il Dipartimento proseguirà la propria inchiesta sull’uccisione del ragazzo di colore. Allestita una speciale squadra investigativa dotata di occhi e orecchie.

Se scappi ti sputo

L’America è scesa nelle strade per sfogare la propria rabbia contro una decisione giudicata incomprensibile: er go’ de Turone.

Alcuni spari sono stati uditi nei pressi della stazione di Polizia di Ferguson. Era l’adunata.

Le Autorità hanno introdotto una no fly-zone sulla contea del Missouri. Almeno non corrono il rischio di un nuovo caso Pinelli.

Proteste perfino in Russia sugli avvenimenti di Ferguson: «Gli USA non rispettano i diritti umani. E lo fanno quasi meglio di noi».

Barack Obama è intervenuto a sorpresa in diretta tv. Michelle non aveva spento la webcam.

Obama: «Non mi piacciono i violenti». Ad esempio quelli che bombardano.

Lotito non si capacita: «Sparlate di Tavecchio, mentre in America addirittura i cosi li ammazzano».

12 colpi prima di andare a letto

Parla l’agente che ha ucciso il ragazzo: «Prima di sparare, mi son chiesto se potevo legalmente farlo». Poi ha notato che era nero.

L’Agente si è sposato dopo aver sparato al 18enne di colore. Da quelle parti festeggiano così l’addio al celibato.

L’Agente: «Mi spiace, ho fatto solo mio lavoro». Ora dovrebbe esserci la scena in cui viene rapito dal Mossad.

Il poliziotto avrebbe sparato per legittima difesa. Della razza.

L’uomo si è sposato dopo aver sparato al diciottenne di colore. La moglie gli aveva chiesto una prova d’amore.

Il poliziotto che ha sparato al giovane afroamericano si è sposato. Ha avuto la giusta punizione.

L’Agente Wilson: «Ho la coscienza a posto». E, dopo aver scampato il carcere, anche il culo.

La popolazione di Ferguson è scesa in piazza per protestare contro l’uccisione di un adolescente nero disarmato. Era l’ultimo esemplare.

Manifestazioni di protesta, scontri e saccheggi in molte città degli USA. Proprio oggi che volevo rasare l’Iowa…

[A cura di: Andre21, Baronda, Danilo Petrelli, ElMorisco, Enzofilia, FraClaps, Giulysua, Heliandros, LizzyTSdrumo, L’Uomo Rana, LVIX, MikusRB, Paniruro, Rostokkio, Tanuccio, Tenebrosio Illustrazioni: Mangla Mediatore Culturale: Andre21]

 

ADDENDUM, 12.12.2014
Citazione sul Venerdì di Repubblica:

VENERDI DI REPUBBLICA 12 dic 2014

 

 

ArsenaleK


'Punto sul nero' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: