Una risata ci seppellirà

“Ma che cosa c’è di tanto terribile nel riso?”
“Il riso uccide la paura. E senza la paura non ci può essere la fede.

Penitenziagite!

Assaltato un noto giornale satirico. “Stiamo tutti bene” ha fatto sapere Belpietro.

Attacco alla redazione di una rivista satirica, decine di morti. Probabile pista islamica. Ve l’abbiamo già detto che Allah è grande?

Gli autori della strage sono fuggiti aggredendo un automobilista e impossessandosi dell’auto. Speriamo sia una Fiat.

Durante la fuga, i killer hanno investito un pedone. Aveva fatto una battuta sui musulmani alla guida.

Anche il Presidente Francois Hollande sul luogo dell’attentato. Faceva il palo.

Hollande ha rivelato che “diversi attentati sono stati sventati nelle scorse settimane”. Almeno stando ai rapporti dell’Ispettore Clouseau.libertè

I giornali satirici nel mirino dei fondamentalisti islamici. Ora avete capito perché “La Padania” ha chiuso?

Forse è meglio se quella di «Allah è al bar» smetto di raccontarla.

Attacco alla Charlie Hebdo per ingiurie sul profeta. Si paventa che Maometto sia andato alla montagna con un volo di Stato.

Terroristi islamici uccidono 4 famosi vignettisti satirici. A Forattini hanno mandato dei fiori.

Gli Stati Uniti determinati ad aiutare la Francia nella cattura dei responsabili. Attaccando uno Stato petrolifero a caso.

Allah è grande, ma soprattutto permaloso.
Meu amigu Charlie

Terroristi irrompono nella sede del settimanale satirico Charlie Hebdo al grido di “Allah Akbar” e compiono una strage. Adesso sappiamo come si dice “Non fa ridere” in arabo.charlie

La strage compiuta nella redazione del giornale satirico è la versione estremista di “Vergogna! Non si scherza su queste cose!”.

Quando è nato il detto “Ne uccide più la penna che la spada”, non era stato ancora inventato il Kalashnikov.

Nooo! Ucciso anche Wolinski porcodio! Sia chiaro: il mio dio, non quello islamico, eh?

Nel 2002 la testata umoristica si schierò a favore della Fallaci. Fu la battuta dell’anno.

Il cattolicesimo è meglio: nessuno, per una semplice vignetta sul Papa, si sognerebbe mai di lanciarvi addosso una sentinella in piedi carica.

Quando l’uomo con la matita incontra l’uomo col Kalashnikov, l’uomo con la matita fa comunque più ridere.

Non c’è un cazzo da ridere

Dopo anni di ricerche, discussioni e tesi su quali siano i limiti della satira, pare che in Francia li abbiano finalmente trovati.

Gasparri, dopo i fatti di Parigi, invoca la guerra. Al buonsenso.

Attentato al Charlie Hebdo, interviene anche Napolitano. “Non so nulla, non ricordo”.

Putin ha condannato l’attacco ai giornalisti. Troppi superstiti.

Gli italiani si stanno dando un gran daffare nel commentare la stupidità e l’ignoranza manifestata dagli islamici.  In qualità di esperti.

Non so voi ma io mi sento tranquillo, noi abbiamo Alfano. Pensate che già pochi minuti dopo l’attentato aveva deciso che faccia fare.

Anche Gasparri ha twittato l’hashtag di solidarietà alle vittime francesi: #JeSuisCharlizeTheron.

Renzi: “Siamo tutti francesi!” Poi ha dato una testata a Civati.

Ah, se postate battute sui terroristi islamici, ricordate di togliere la geolocalizzazione.

tweet

Continua qui: Mettete satira nei vostri cannoni

[A cura di: ArsenaleKappaIllustrazioni: Mangla, Baronda, Paniruro & Semola, Mymmo ]

Un hommage à la grande Charlie Hebdo

ArsenaleK


'Una risata ci seppellirà' have 1 comment

  1. 8 gennaio 2015 @ 12:05 machiavelli1

    Caro ElMorisco il giornale di Belpietro non è satirico:fa solo ridere (o piangere).

    Per parafrasare:senza la paura non può esserci un certo tipo di destra,purtroppo.

    Comunque siete riusciti a far satira su un argomento tragico,COMPLIMENTI.

    Reply


Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: