Mettete satira nei vostri cannoni

“Al momento di marciare molti non sanno che alla loro testa marcia il nemico”.  (B. Brecht)

Profeta non sarò

All’indomani della strage nella redazione della rivista satirica Charlie Hebdo, in Francia si è scatenata la caccia all’uomo per catturare i colpevoli.
Nonostante lo schieramento di 88mila poliziotti i terroristi sono riusciti a dileguarsi. Gli è bastato travestirsi da poliziotti.

I responsabili della strage dei vignettisti sono stati identificati grazie ai documenti lasciati nell’auto. E a un centinaio di caricature.

Alfano ha dato consigli ai francesi per effettuare le ricerche. “Usate Google”.

Due sospetti fermati in Piccardia. Gli americani erano pronti a bombardarla, poi gli hanno spiegato che è in Francia.

Gli assassini dei giornalisti barricati in una tipografia con degli ostaggi. “Chi di voi è Gutenberg?”.

La situazione in Francia rischia di precipitare: potrebbe arrivare sul posto anche Barbara D’Urso.

I terroristi islamici hanno stracciato il record di oltraggio alla satira detenuto precedentemente da Colorado Cafè.

Da ieri, siamo tutti francesi. È passato solo un giorno e già mi stanno sulle balle gli italiani.

Terroristi barricati in una tipografia. Cercano di dirottare aeroplanini di carta.

Gli attentatori erano stati reclutati sul web. “Stufo di masturbarti?”

Ostaggi in offerta

Intanto un altro terrorista sequestra persone in un supermercato: “Conoscete la Biowashball?”

L’estremista che si è barricato nel supermercato con cinque ostaggi sta chiedendo la liberazione dei due terroristi nella tipografia con un ostaggio. Stanno andando in loop.

“Ok, ora non si muove nessuno finché non salta fuori l’euro del mio carrello!”

Il terrorista nel supermercato sta comunicando con l’esterno.xfb
“Ricapitoliamo: senza ali, ExtraConfort, x tutti i tipi di flusso”.

Uccisi i due fratelli estremisti nella tipografia. Già pronti migliaia di necrologi.

I due uomini trincerati nella tipografia sono usciti sparando sui poliziotti. Gli avevano chiesto di aprire la partita IVA.

Qualcuno sa dirmi se a Parigi si sta girando l’ultimo film di Bruce Willis?

Liberati sia gli ostaggi nella tipografia che nel supermercato. C’era il 2×1.

I terroristi non sapevano di avere un ostaggio. “Sembrava contento di stare con noi.”.

I fratelli Kouachi hanno urlato: “Vogliamo morire come martiri”. OK, in pensione con la minima.

I poliziotti hanno ucciso un terrorista al supermercato. Con il secondo gli veniva l’antiaderente grande.

Il killer di Montrouge ha gridato ai poliziotti: “Sapete chi sono!”. Ottima mossa quella di dotare i servizi segreti di “indovina chi”.

La cronaca della caccia agli assassini di Charlie Hebdo si è rivelata confusa e piena di contraddizioni: prima sembrava che li avessero individuati a Reims, poi la notizia errata della cattura di un membro del commando, successivamente ci informano che li stanno braccando in Piccardia e infine che la caccia si è spostata verso Villers-Cotteret, la città natale di Alexandre Dumas.
Sì, ma padre o figlio?

Armiamoci e Matite

La Francia ignorò un’allerta dall’Algeria. “Stanno venendo a farvi il culo” non era stato abbastanza convincente.

postfbSiamo tutti laici con i morti degli altri.

Israele ha inviato un messaggio di solidarietà alla Francia, ma è finito sulle case palestinesi.

Gasparri: “Abbiamo il nemico in casa”. Nel suo caso specifico, è nella scatola cranica.

Salvini a Porta a Porta: “Io voglio solo vivere tranquillo a casa mia”. E fatti una web-tv!

Renzi domenica sarà a Parigi. In qualità di locusta.

Rifletteteci, cari musulmani: se davvero ci sono 72 vergini dall’altra parte, che ci fa Berlusconi ancora vivo?

In questi giorni siamo stati tutti napoletani, poi tutti Charlie, ora sono un po’ preoccupata per la salute di Castro.

E comunque “siamo tutti francesi”, non è un buon motivo per non restituirci la Gioconda.

Gli attentatori in passato consegnavano pizze per comprare hashish. Cazzo, già lo sento Giovanardi: “Visto che succede a farsi le canne?!”.

Ora Daniela Santanchè vorrebbe pubblicare in Italia Charlie Hebdo. Come inserto satirico dell’Unità.
post3

Come sempre quando succedono fatti tragici come quello che ha colpito la Francia, appaiono gli sciacalli che ci speculano per interessi personali, strumentalizzando uno dei massacri più vili e agghiaccianti che la libertà di stampa e la satira abbiano mai subito. Un gruppo di esaltati Jihadisti ha attaccato e ucciso spietatamente 12 persone, per poi fuggire senza farsi fermare a bordo di una agilissima e scattante Citroen C3, proprio come quella che vendo io del 2012 perfettamente tenuta, gommata nuova a soli euro 5.700 trattabili, telefonare ore pasti.

Continua da qui:
Una risata ci seppellirà

[A cura di: ArsenaleKappaIllustrazioni: Mymmo, Baronda, Luca Nava]

ArsenaleK


'Mettete satira nei vostri cannoni' have 4 comments

  1. 9 Gennaio 2015 @ 23:41 Diego Pascotto

    Primo! (Beh, c’era scritto: Be the first to comment this post!…)

    Reply

  2. 10 Gennaio 2015 @ 11:42 machiavelli1

    “I fratelli Kouachi hanno urlato: “Vogliamo morire come martiri”. OK, in pensione con la minima.”
    Bravo Avvocato Brosisky.

    Reply

  3. 18 Gennaio 2015 @ 15:55 donato lamberti

    Lo stato agli imprenditori che vorrebbero suicidarsi: Mettete dei fiori nei vostro capannoni,

    Reply

  4. 14 Febbraio 2015 @ 17:53 Una risata ci seppellirà

    […] Continua qui: Mettete satira nei vostri cannoni […]

    Reply


Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: