Il Lungo Addio

Giorgio Napolitano è stato Presidente della Repubblica italiana per nove anni, il primo ad essere eletto per un secondo mandato.

Obtorto Colle

Durante i suoi mandati, Napolitano ha più volte denunciato il grave decadimento della politica. Per fortuna arginato da autorevoli personaggi come Berlusconi e Verdini.

Durante il grande sciopero generale indetto dai Sindacati, il Presidente della Repubblica affermò che l’agitazione: «È segno di tensione tra sindacati e Governo». Fortuna che c’è lui che ci spiega le cose.

Nel Regno Unito si scommette sull’abdicazione della Regina. Stai a vedere che ha la tresca con Napolitano.

Napolitano ha mandato un messaggio all’astronauta Cristoforetti: «Lei è Samantha per tutti». Presidente, quella era Moana Pozzi.

Moniti un tanto al chilo

«In Italia poco compreso valore ricerca tecnologica», ha telegrafato Napolitano.

«La fine del mio mandato è imminente». Quante storie per due linee di febbre.

«Il Festival del Cinema rappresenta un vanto per il nostro Paese», poi ha chiesto d’incontrare i fratelli Lumière.

«Sto per lasciare non posso sottovalutare segni di affaticamento». Già, tutti quei “Non so”, “Non ricordo”.

Il giorno della cutrettola

Trattativa Stato-Mafia: Napolitano dovrà testimoniare in aula. In qualità di persona informata sul trattino.

Il Presidente della Repubblica testimonierà sulla trattative tra Stato e Mafia. Precisamente sulle cessioni di Falcone e Borsellino.

Riina e Bagarella potranno assistere alla deposizione di Napolitano. Gli devono parlare in cuffia dalla regia.

Mafia, Napolitano telefona a Don Ciotti. «OK: è in casa».

Secondo Napolitano «È stata fatta molta strada per sconfiggere la mafia». Ad esempio cancellando le registrazioni.

«La lotta alla mafia si deve fare come la faceva Falcone». Ma per vivere a lungo è meglio farla come lui.

Vedi Napolitano e poi muori

Napolitano nel discorso di fine ha parlato di corruzione e mafia. Praticamente una lectio magistralis.

Il discorso di fine anno si è concluso con: «Questo Paese si autodistruggerà fra 10 secondi».

A Capodanno ho visto il discorso di fine anno di Napolitano e il concerto di Gigi D’Alessio, il primo dell’anno il nuovo film di Alessandro Siani. Insomma, il mio buon proposito del 2015 è di non mandare a fare in culo i napoletani.

Cercavo il discorso di fine anno di Napolitano sul sito della Rai ma pare che abbiano già cancellato la registrazione.

Scusate il ritardo

Napolitano si dimette. Ora avremo un Presidente argentino.napo 3

Lascia il Quirinale dopo 9 anni spesi a difendere le istituzioni. Dalla gente per bene.

Ritornerà nella residenza di Vicolo dei Serpenti. Quindi non cambia molto la sostanza.

Pensione dorata per l’ex Presidente. Grillo gli piscerà tutti i mesi sulla busta.

Giorgio Napolitano esce dal Quirinale dopo nove anni. Per decorrenza dei meriti.

Napolitano ha dichiarato che il Colle è un po’ una prigione. Quindi oggi s’è dato la grazia.

Franceschini: «In questi anni di bufere è stato una roccia». Direi più un fossile.

Cercasi Presidente

Il M5S avanza richieste per il nome del nuovo Presidente. «Si deve poter urlare in 3 sillabe!»

Toto Quirinale. Quando Renzi indica Veltroni lo stolto guarda Prodi.

Tra i nomi dei candidati al dopo Napolitano anche quelli di Fassino e Chiamparino. Nessuna conferma dal Museo Egizio.

Per il sostituto di Napolitano si cerca una personalità di alto profilo. Tra le foto segnaletiche.

L’età media dei possibili sostituti di Napolitano è “morto da tre anni”.

Renzi: «Per il Quirinale nome condiviso da tutto il PD». Poi torna con i piedi per terra: «Vorrei anche la pace nel mondo».

Il Quirinale è un po’ una prigione. Ecco perché ci va un politico.

 

[A cura di: ArsenaleKappaIllustrazioni: Tenebrosio, Baronda, Mikus]

ArsenaleK


'Il Lungo Addio' has no comments

Be the first to comment this post!

Lascia un commento

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: