ARISA

ARISA   by Michele Todaro

Arisa, al secolo Rosalba Pippa ( ahahahahahahahah ndr ), da non confondere con la ragazza inglese dal bel culo ( avviso per i non vedenti ndr ).

Cantautrice e showgirl italiana nasce e Genova il 20 agosto 1982 sotto il segno leone. Ascendente forse ancora vergine.

Subito dopo la nascita si trasferisce a Pignola un paesino vicino Potenza, dando così vita al primo caso al mondo di pippa pignola.

Il nome d’arte è l’acronimo dei nomi di tutti i componenti del suo nucleo familiare. La prima A sta per il padre che per questioni di sicurezza è rimasto Anonimo.

La sua è indubbiamente una delle più belle voci femminili italiane subito dopo: Ivana Spagna, Iva Zanicchi, Cristina D’Avena, Anna Tatangelo, Loredana Bertè, la brunetta dei Ricchi&Poveri, Amanda Lear, Deborah Compagnoni e Nick Luciani dei Cugini di Campagna.

Ha la musica nel DNA, e diverse coppie di cromosomi ormai sorde. Infatti già dall’età di 4 anni partecipa a concorsi musicali, fino a ricevere la prima onorificenza nel 1998: il “Pigno d’oro”.Premio che oggi in suo onore è stato rinominato la Pippa d’oro.

In realtà era una normalissima pigna di legno caduta da un albero con una spruzzatina di vernice dorata, ma le è stato consegnato direttamente da Pablo Montero, ex difensore della Juve, famosissimo sia per le pigne che per non capire una mazza di musica.

Nel 2007, ha vinto una borsa di studio come interprete presso il Centro Europeo Toscolano di Mogol, ma a distanza di anni l’interprete ha ancora difficoltà a capirla quando parla.

Per un errore del software di elaborazione dati nel 2008 vince Sanremolab conquistando l’accesso alla sezione Giovani Proposte del Festival di Sanremo dell’anno successivo dove, con la canzone “Sincerità”, si aggiudica il Premio della Critica dei Bugiardi.

Nel 2010 torna al Festival di Sanremo accompagnata dal trio Le Sorelle Marinetti con il brano “Malamorenò”. Vincendo il premio ” Maanchenò “.Questo avvenimento lo ricordano solo in 4. Due delle sorelle, però, non rammentano il titolo della canzone.

Il 2011 è per lei l’anno del piccolo e grande schermo.
Partecipa come giudice alla quarta edizione di XFactor. Il programma va in onda per la prima volta in onda su Sky e Simona Ventura, madrina della trasmissione, non voleva fare la figura di quella che ne capisce meno di tutti tra i giurati.
Nello stesso anno debutta anche al cinema nel film “Tutta colpa della musica”. Pare che sia stata lei a ispirare il nome del film a Ricky Tognazzi.

Nel 2012 pubblica il suo primo, e ultimo, romanzo “Il Paradiso non è granché”. La risposta degli angeli è stata: “Sarai brava tu a cantare!”
La Ventura la rivuole a tutti i costi al suo fianco ad XFactor, da quando c’è lei Simona sta facendo dei figuroni e anche in palestra non la prendono più in giro!

Nel 2013, nonostante i capricci della Ventura, gli autori del talent show non ce la fanno proprio a riconfermarla.
Fabio Fazio però non perde tempo e a Dicembre annuncia la sua presenza al Festival dando modo così a tutte le trasmissioni di contorno di poter parlare del suo look. Orrendo.

Arisa ha svelato la copertina del nuovo album che conterrà le due tracce sanremesi: “Lentamente” e “Controvento”, quello che i suoi fan faranno pisciando con il suo CD in mano.
[Michele Todaro]

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: