RICCARDO SINIGALLIA

RICCARDO SINIGALLIA  by Michele Todaro.

Riccardo Sinigallia alias Riccardo Sinigallia. Non è munito di nome d’arte e quindi non ho ulteriori mezzi per farvi capire di chi stiamo parlando.

Cantante e autore italiano, nasce a Roma il 4 marzo 1970 come il cognato del mio caro amico Ugo con cui ha in comune il segno zodiacale (pescivendolo ndr) ed il fatto di essere sconosciuto.

Ispirato dall’urlo di Tardelli a mondiali di Spagna, all’età di dodici anni, inizia a scrivere canzoni. Questo ci insegna che a volte è meglio una sconfitta.

Verso la fine degli anni ottanta comincia a frequentare la Roma sotterranea bazzicando il sepolcro degli Scipioni. Gli speleologi, però, notano un aumento esponenziale di crepe sui maroni degli Scipioni e dopo anni di duro ed estenuante lavoro riescono a riportarlo alla luce.

Nel 1988 forma la sua prima band i “6 suoi ex” che pare si sia sciolta nel 1986 ( misteri della musica ndr ).

Avvolta dal mistero la storia di questa band (pare non abbia nemmeno una pagina su Wikipedia ndr), tanto misteriosa che Roberto Giacobbo sta preparando uno speciale di Voyager sul presunto gruppo musicale e secondo gli exit-poll  questa puntata riscuoterà più successo delle puntate su Atlantide.

Scrive testi per diversi artisti italiani (tra cui ricordiamo … ndr) ma nessuno canta i suoi testi. Senza farsene una ragione, decide di compiere il grande salto, purtroppo per noi senza il vuoto, esordendo come solista.

Nel 2003 lancia il suo primo CD dal titolo sconosciuto “Riccardo Sinigallia”. Purtroppo non lo prende nessuno, ad eccezione di un cane da riporto abbandonato da poco all’autogrill di Melegnano.

Si affeziona molto al cane, tanto da dedicargli il suo secondo album “Incontri a metà strada” pubblicato nel 2006. Il disco racconta le intere giornate passate a giocare lanciando le copie invendute del suo primo ellepì con Riccardo che non aspetta che Sinidog gliele riporti, ma gli va incontro felice per raggiunge a metà strada il suo più grande fan.

Pieno di duetti il disco diventa il trampolino di lancio per Sinidog, che stupisce tutti con il suo canto, tanto da ricevere addirittura il premio “Cantante a 4 Zampe” direttamente da Gerry Scotti. Durante la premiazione Riccardo non era neanche tra il pubblico ( non aveva il pass ndr).

All’annuncio della sua partecipazione alla prossima edizione del Festival di Sanremo tutta la nazione ha provato un forte senso di indifferenza.
Sarà in gara con i brani “Prima di andare via” e “Una rigenerazione”, proprio quello che il pubblico avverte un attimo prima che lui vada via dal palco.

 

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: