GINO PAOLI

GINO PAOLI.

Chi non si è mai preso una sbronza con Gino Paoli ?

Si perde nella notte dei tempi la sua data di nascita, anche se si sa che venne alla luce in una casa diroccata, ricordata nel suo più grande successo IL CIELO IN UNA STANZA.

Bis bis nonno della canzone d’autore italiana, quando non compone, passa le sue giornate con 4 amici al bar o sulla spiaggia nella sabbia e nel sole.

Sex-simbol a sua insaputa delle GILF ( versione successive delle MILF ), colleziona nei secoli flirt con donne del calibro di Ornella Vanoni ,un amore senza fine, e con la minorenne Stefania Sandrelli ( ora non èpiù minorenne ndr )

Quest’ultima relazione, nell’Italia degli anni ’60, suscitò un grandissimo scandalo, anche se quelli della sua casa discografica, giurarono che la Sandrelli altri non era che la nipotina di Luigi Tenco.

Il voto per la sua decadenza da cantautore sarà tenuto a giorni in Parlamento.

Nel 1963, a causa di una gravissima depressione ( cosa dovremmo dire noi allora ? ndr ), tentò il suicidio, ma la pallottola si fermò nel pericardio. Dalla vicenda fu tratto il celebre film “Una pallottola spuntata.” Con Leslie Nielsen nella parte di se stesso.

Il suo più grande merito però lo da complicando la burocrazia artistica di chiunque in Italia inventando la Siae.

Nel 1987,fu eletto deputato nelle file del P.C.I, ma abbandonò l’attività politica quando una cartomante gli predisse la venuta di un Messia di Firenze.

Salirà sul palco dell’Ariston, per ricordare i grandi cantautori genovesi scomparsi, sempre che la badante riesca a fargli prendere le sue pillole per l’Alzheimer.

ArsenaleK © 2016 - All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: